Le varie denominazioni italiane usate in ristorazione

Scegliere il nome per un locale nel settore della ristorazione, oggi giorno è sempre più difficile in quanto, negli ultimi anni si è creata molta confusione con le varie denominazioni usate sul nostro territorio.

Le denominazioni usate in ristorazione

I locali pubblici dove è possibile consumare pasti e cibi possono assumere varie denominazioni, ognuna di queste caratterizza un particolare tipo di servizio e di cibi serviti:

  • Ristorante (locale formale con posti assegnati e servizio al tavolo. Può essere di tipo identificato in base le pietanze servite: pesce; carne; vegetali; in base alla provenienza delle ricette; in base al tipo di cucina)
  • Trattoria (locale tipico e popolare con cibi caratteristici della zona)
  • Mensa (locale inserito o prossimo a luoghi di lavoro a servizio degli addetti o dei visitatori)
  • Self service (ritiro dei piatti proposti da parte del cliente senza servizio ai tavoli)
  • Tavola calda (locale con servizio al banco)
  • Pizzeria (locale specializzato in pizza e – a volte – in alcuni altri piatti semplici)
  • Osteria (originariamente destinato al consumo di vino, è possibile consumare anche alimenti forniti dal locale o portati dall’esterno, tal volta)
  • Paninoteca (si servono quasi esclusivamente panini, toast, stuzzichini e bevande)
  • Free-flow (isole tematiche con accesso libero da parte del cliente)
  • Buffet (vivande poste su tavoli o mobili, a libero servizio, utilizzato in caso di rinfreschi, pranzi di lavoro, meeting, piccoli locali, villaggi turistici)
  • fast food (locale che propone piatti veloci, semplici ed economici dove il servizio è ridotto al minimo)
  • Taverna (locale rustico adibito al consumo di alimenti e bevande)
  • Sala ricevimenti (Sale dedicate ad eventi, cerimonie e manifestazioni dove i commensali consumano le loro pietanze appartenenti ad un menù concordato)
  • Agriturismo (Il turista viene ospitato in azienda agricola dove potrà consumare alimenti e bevande derivate dall’attività dell’azienda stessa)
  • Servizi ricettivi con annessa ristorazione (servizi di pernottamento che hanno a disposizione degli ospiti anche un punto ristoro)

Il nome scelto per la struttura ristorativa deve contenere la sua denominazione corretta, in questo modo la tua attività potrà differenziarsi sul mercato e facilitare così, la scelta al Cliente.

La prima impressione è la più importante. Una volta che avrai identificato il tuo target di clientela, saprai al meglio quale denominazione scegliere per la tua attività. Ricorda di essere sempre coerente, ad iniziare dal nome che sceglierai. Se così non fosse, il Cliente cercando un determinato tipo di locale, se ne ritroverebbe uno diverso. In questo modo perderai di credibilità creando del malcontento nel Cliente.

 

Alcune fonti sono state prese da wikipedia (enciclopedia online)